Icona Rumena dell’Amicizia

 280,00

cm 18×22

L’icona intitolata Il Cristo e l’abate Mena si trova al Museo del Louvre a Parigi. Essa appartiene alla tradizione della chiesa copta (dell’Egitto) e risale al VII secolo d.C. Proviene da un monastero e rappresenta Gesù che accompagna san Mena, abate del monastero di Alessandria e protettore della città. Nel linguaggio divulgativo è denominata Icona dell’amicizia. Secondo questa lettura, Cristo cammina a fianco di un anonimo, un amico sconosciuto: chi contempla può identificare se stesso all’amico ignoto e così immedesimarsi nel personaggio e nella sua amicizia con Cristo.

Il termine icona, in arte sacra, designa un’immagine religiosa dipinta su tavoletta di legno o lastra di metallo, spesso decorata d’oro, argento e pietre preziose. E’ tipica dell’arte bizantina e, in seguito, di quella russa e balcanica. Le icone rumene, con i loro colori caldi e intensi e con il loro particolare tratteggio dei lineamenti dei visi, sono le più vicine al nostro modo di concepire l’immagine sacra.

1 disponibili

SKU:1000000944402. Categoria: , . Etichetta: , .

Descrizione

cm 18×22

L’icona intitolata Il Cristo e l’abate Mena si trova al Museo del Louvre a Parigi. Essa appartiene alla tradizione della chiesa copta (dell’Egitto) e risale al VII secolo d.C. Proviene da un monastero e rappresenta Gesù che accompagna san Mena, abate del monastero di Alessandria e protettore della città. Nel linguaggio divulgativo è denominata Icona dell’amicizia. Secondo questa lettura, Cristo cammina a fianco di un anonimo, un amico sconosciuto: chi contempla può identificare se stesso all’amico ignoto e così immedesimarsi nel personaggio e nella sua amicizia con Cristo.

Il termine icona, in arte sacra, designa un’immagine religiosa dipinta su tavoletta di legno o lastra di metallo, spesso decorata d’oro, argento e pietre preziose. E’ tipica dell’arte bizantina e, in seguito, di quella russa e balcanica. Le icone rumene, con i loro colori caldi e intensi e con il loro particolare tratteggio dei lineamenti dei visi, sono le più vicine al nostro modo di concepire l’immagine sacra.

Recensioni

Non ci sono ancora recensioni.

Recensisci per primo “Icona Rumena dell’Amicizia”